L'artroscopia

Il Prof. Kenji Takagi ( 1888-19639)  dell’Università di Tokio viene generalmente accreditato come il primo ad aver applicato con successo i principi dell’endoscopia all’articolazione del ginocchio. Il primo studio di un’articolazione umana fu effettuato da Takagi nel 1918, egli provò ad esaminare il ginocchio di un cadavere con un cistoscopio senza ottenere buoni risultati. Due anni dopo ideò un artroscopio rudimentale che gli permise di studiare un ginocchio e fu la prima artroscopia portata a termine. Il 6 luglio del 1932 , presentò il primo resoconto sull’endoscopia del ginocchio alla Japanese Orthopaedec Association. Questo resoconto era illustrato da fotografie in bianco e nero scattate attraverso il cistoscopio.  Entro il 1936 riuscì ad eseguire fotografie a colori e filmati all’interno di un ginocchio.
In contemporanea un altro ricercatore stava esplorando l’uso dell’endoscopia per l’articolazione del ginocchio. Nel 1919 il Dr Eugen  (1882-1956) esaminò le ginocchia di un gruppo ristretto di pazienti e nel 1922, egli pubblicò i risultati della sua ricerca su 21 pazienti affetti da gonartrosi. Queste furono le prime pubblicazioni sull’artroscopia.
In Italia i primi che si occuparono di artroscopia furono Chini nel 1941 e Luccherini nel 1946. il primo italiano ad eseguire un’artroscopia fu Filippo Vecchione.

Figura 1 : Colonna Artroscopica

Artroscopio
La colonna artroscopia è costituita da una telecamera raccordata attraverso un sistema a fibre ottiche  all’oculare dell’ottica  e a un monitor che ci permette di vedere le immagini. Una pompa che serve per irrigare le articolazioni, vari strumenti come Shaver e Vaporizzatore.
L’artroscopio:   è costituito da una camicia e da un ottica. Esiste una varietà di artroscopi di diverse dimensioni ed angolazioni. Gli artroscopi variano di diametro, lunghezza focale ed angolazione delle lenti. Gli artroscopi disponibili sono da 2,7 mm; 4,0  mm 5,0 mm. La maggior parte degli artroscopi utilizzati in chirurgia ortopedica hanno un angolo di 0°; 30°; 70°.

Figura 2 : Strumenti per artroscopia

 

 Figura 3 : Esempio di artroscopia di caviglia

 

Figura 4 : Esempio di artroscopia di caviglia.

 

Figura 5 : Corpo mobile in articolazione.

 

Figura 6 : Rimozione di corpo mobile per via artroscopica