Le lesioni meniscali

La lesione del menisco è una patologia frequente che può colpire soggetti di qualsiasi età. Le lesioni meniscali possono essere distinte:

-in base al piano di rottura in verticali e orizzontali.

-in base alla direzione di propagazione in: 

  • longitudinali
  • trasversali
  • obliqui

Figura 1 : Veduta artroscopica di rottura a manico di secchio del menisco mediale.

 

5962_Arthroscopy_2015-10-29-063451__Rullo_Still_004.jpg5962_Arthroscopy_2015-10-29-063451__Rullo_Still_005.jpg5962_Arthroscopy_2015-10-29-063451__Rullo_Still_006.jpgArthroscopy_2015-11-26-075806__Rullo_Still_009.jpgArthroscopy_2015-11-26-092222__Rullo_Still_007.jpgScreenshot_2015-06-17-08-25-16.png

 

In base alla localizzazione all'interno del menisco in: Corno posteriore, corno anteriore e corpo meniscale.

Molte sono state le proposte di classificazione delle lesioni meniscali; ricordiamo la classificazione di Jackson e Dandy nel 1976 che le distingue in:

-longitudinali

-manico di secchia,

-orizzontali, radiali,

-flap,

-lesioni complesse

Trattamento delle lesioni meniscali:

  • Trattamento conservativo;
  • Meniscectomia;
  • Riparazione.

Il tipo di trattamento proposto tiene conto di tanti fattori quali la sede della lesione, l’età del paziente, l’eventuale degenerazione della cartilagine:
      
- severa degenerazione del ginocchio: Terapia conservativa; FKT
- sede della lesione:    a) Zona Bianca: meniscectomia;
                                        b) Zona Rossa: se la lesione è riducibile, età inferiore ai 60 anni si esegue riparazione.    
                                        c) Zona rossa-bianca: se riducibile, età inferiore ai 40 anni si esegue riparazione.   


TECNICHE DI RIPARAZIONE:

  • Suture a cielo aperto, dove si esegue una vera artrotomia retrolegamentosa;
  • Suture realizzate in artroscopia: si distinguono in base alla direzione della sutura dall’esterno all’interno; dall’interno all’esterno e completamente interna.